Il blog

Navigando in rete si trova un’immensa ricchezza di fonti per la scuola primaria. Case editrici, autori, insegnanti, blogger producono una grande quantità di materiali a cui si può facilmente attingere per fare un lavoro intelligente, coinvolgente, affascinante con i bambini.

Si trovano mappe concettuali, schede operative, testi di approfondimento, immagini fotografiche e cartografiche, materiali per valutare le competenze, esercizi per le prove invalsi e tanto altro.

E allora perché un altro blog per la primaria?

La nostra idea è quella di creare non solo un contenitore di materiali (schede o altro), ma uno spazio all’interno del quale il docente può trovare un’offerta didattica innovativa che arrivi a toccare tutte le “azioni” del processo di insegnamento/apprendimento, come la progettazione, l’aggiornamento professionale e personale, l’attenzione alla normativa.

Vogliamo anche creare uno spazio dalla parte dei bambini, dove possano trovare proposte di approfondimento e sperimentazione nel rispetto delle regole di sicurezza che genitori e insegnanti richiedono quando si tratta del mondo web rivolto ai ragazzi.

Ecco così che nasce il Progetto Ipazia, il blog di un gruppo di lavoro di insegnanti, autrici, esperte di didattica, di BES e delle varie discipline. Il blog si riempie via via di  materiali e suggerimenti didattici ed è aperto al confronto costruttivo con tutti i docenti che hanno voglia e piacere di seguirci.

Il blog è stato pensato strutturato per discipline. Siamo partite dalle discipline del sussidiario di cui si occupano da molto tempo alcune di noi: Storia, Geografia, Scienze, a volte collegate con la Tecnologia e l’Educazione alla Cittadinanza Globale.

Per ogni disciplina sono presentati differenti tipi di materiali:

  • Le proposte didattiche. Si tratta di vere e proprie ‘lezioni guidate’, dove l’insegnante trova suggerimenti di contenuti accompagnati da metodologie didattiche e da precise indicazioni procedurali.
  • Le letture di approfondimento. Questi post costituiscono dei testi che possono essere proposti direttamente ai bambini. Presentano infatti contenuti adatti a loro, le immagini sono strettamente collegate all’argomento presentato e utilizzano un linguaggio semplice e scorrevole. Per renderli immediatamente identificabili sono introdotti da un incipit grafico che si indirizza direttamente agli allievi (Care ragazze e cari ragazzi, …). Grande attenzione viene fatta anche alla selezione dei link esterni che rimandano a siti sicuri.
  • I materiali operativi. Queste sono schede operative di vario genere, che possono essere presentate ai ragazzi all’interno di un progetto didattico più ampio. Possono anche essere utilizzate come verifica, come compito a casa oppure come lavoro in classe, magari nei momenti in cui l’insegnante deve prestare attenzione ad altri compagni.

Vi è poi la sezione Inglese, che offre attività di tipo interdisciplinare (CLIL). I ragazzi possono, infatti, leggere alcuni dei contenuti del blog (disciplinari ed extradisciplinari) in un’altra lingua, stimolando così la comprensione e l’arricchimento lessicale.

Nella sezione di Cittadinanza Globale si trattano temi trasversali che aiutano l’insegnante nel compito di educare alla solidarietà e al rispetto per l’ambiente e di presentare i primi elementi di convivenza civile.

E’ stata prevista una sezione dedicata ai Compiti di realtà, una delle applicazioni operative attualmente molto utilizzate  in classe. Ogni compito richiede agli studenti di risolvere situazioni problematiche, complesse e nuove, quanto più possibile vicine al mondo reale, utilizzando conoscenze e abilità già acquisite. Sono introdotte da indicazioni metodologiche che spiegano come sviluppare punto per punto le attività. Si concludono con un questionario per l’autovalutazione, utile ai docenti come uno degli strumenti per la certificazione delle competenze.

La sezione Didattica si occupa di metodologie dell’insegnamento/apprendimento. Raccoglie articoli, esperienze, considerazioni sulle ultime novità in campo metodologico, come la didattica per competenze, la classe capovolta, l’apprendimento collaborativo. La sottosezione Normativa contiene i riferimenti ministeriali liberamente scaricabili.

La sezione Ipazia e le altre è stata ideata partendo dal desiderio di valorizzare il lavoro e le storie delle donne. Molte delle donne raccontate sono grandi figure di insegnanti ed educatrici, altre sono scienziate, altre ancora artiste, scrittrici, attiviste in vari campi del sociale, ecc. Le loro storie sono a volte famose, a volte misconosciute. Ma tutte hanno segnato una fase, piccola o grande, del progresso nella storia di tutta l’umanità.